Bar aperti e saldi al via: Trieste assapora un primo assaggio di "libertà" tra luci e ombre

La zona gialla ha portato una nuova ventata di libertà a Trieste, con i bar aperti e l'apertura dei saldi, ma non cancella una serie di problemi legati alla pandemia che coinvolgono vari settori, dalla scuola alla ristorazione. Tra i gli esercenti non sono mancate le proteste per una libertà solo provvisoria, destinata a evaporare già sabato con il ritorno della zona arancione.  Anche sul fronte saldi i triestini non hanno approfittato delle occasioni, colpa, secondo Confcommercio, della confusione tra zone arancio e gialle e le relative restrizioni. Le persone fanno fatica a capire le limitazioni attuali, vista l’alternanza di colori delle ultime settimane. Foto di Andrea Lasorte LEGGI

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi