Simulazioni di soccorso, i cavalieri del “Piemonte” con pompieri e alpini

Un escursionista scomparso in una forra. Una persona che necessita di attenzioni particolari smarritasi nel bosco. Il coordinamento degli elicotteri con gli altri mezzi impegnati nelle operazioni. Sono questi gli scenari sui quali hanno lavorato gli oltre 250 operatori che partecipano all’Esercitazione Tagliamento. Si tratta di un importante addestramento di ricerca e soccorso inter-agenzia e inter-forze coordinato da Venzone dal Comando Brigata alpina Julia, rischieratosi per l’occasione nella Caserma Feruglio della cittadina pedemontana, sede dell’8° Reggimento alpini. La formazione è una delle pedine operative della grande unità comandata dal generale Alberto Vezzoli. Come del resto il Reggimento Piemonte Cavalleria (2°), di stanza a Opicina. I cavalieri triestini operano, con compiti di “rastrellamento” delle aree di ricerca, fianco a fianco dei colleghi del 3° Reggimento artiglieria da montagna, sempre della “Julia”. Tra le “chicche” innovative impiegate nei dirupi dei monti sopra Venzone anche una termocamera in grado di rilevare il calore di un corpo umano (in questo caso quello di un supposto disperso) anche a qualche chilometro di distanza.

Bieta stufata al bacon, uovo barzotto e grano saraceno con pomodori secchi e pinoli

Casa di Vita