Al Rossetti il taglio del nastro del 31° Trieste Film Festival

Politeama Rossetti gremito per l’apertura ufficiale dell’edizione n. 31 del Trieste Film Festival. Un'edizione acquatica e "termale", orientata al benessere per la mente, che sta registrando anche il maggior numero di ospiti mai conteggiato durante a sua lunga storia, tra registi, interpreti e produttori che affolleranno proiezioni e incontri. Hanno votato attraverso un referendum interno, gli iscritti al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani: migliore film italiano dell'anno è stato designato "Il traditore", il film Marco Bellocchio su Tommaso Buscetta con protagonista Pierfrancesco Favino. Bellocchio è stato premiato ieri sul palco triestino. E stasera arriva Kasia Smutniak. Foto di Massimo Silvano

Zuppa di verza, zucca e castagne con uovo poché

Casa di Vita