A Ossero spuntano 27 corpi. "Sono i ragazzi della X Mas ammazzati nel '45 dai titini"

Nelle fotografie scattate da Flavio Asta assieme a Federico Scopinich, i lavori di scavo eseguiti nei giorni scorsi a Ossero, nel luogo in cui si presumeva fossero stati uccisi dai titini, nell'aprile 1945, ventisette soldati italiani, marò della X Mas, allora di stanza a Neresine. L'eccidio - a lungo disconosciuto e sottaciuto - è stato poi ricostruito dalle associazioni degli esuli, che hanno raccolto voci e testimonianze di paese su quanto accadde quel giorno. Dieci anni fa venne apposta una lapide nel punto in cui si presumeva fosse avvenuta l'esecuzione sommaria di massa. Ora - grazie alla collaborazione del governo croato - OnorCaduti ha potuto scavare in quell'area: sono saltati fuori i resti di almeno 21 corpi, ossa frammiste a fibbie, residui metallici, un anello d'epoca. I teschi portano chiari i segni delle pallottole. L'ARTICOLO

Tartufini di tonno e ricotta alla paprica

Casa di Vita