A Trieste le Nazioni Unite sono in mano a 250 ragazzi

Il fenomeno dei migranti, il cyberspionaggio, il narcotraffico internazionale, la libertà di stampa in pericolo: i dibattiti e le risoluzioni delle Nazioni Unite sbarcano a Trieste, con l’edificio della Regione in Piazza Unità che si trasforma, dal 23 al 25 febbraio, nel Palazzo di Vetro di New York. Merito del progetto “OberMun 2018” ideato dal liceo Oberdan, con i ragazzi nei panni dei membri dell’Assemblea generale. Gli studenti coinvolti sono circa 250 e provengono da numerose scuole italiane e anche estere. Per Trieste parteciperanno i licei Oberdan, Petrarca, Prešeren, Dante-Carducci e l’International School, mentre dal resto d’Italia arriveranno gli studenti dell’Uccellis di Udine, dell’Isis Casagrande di Pieve del Soligo e dal Foscarini di Venezia. Inoltre, prenderanno parte da fuori confine la scuola “Gjmnazija” di Banja Luka e “Schulzentrum Ungargasse” di Vienna. (Foto di Andrea Lasorte)

Gamberi in stecco con pistacchi e salsa di avocado

Casa di Vita