In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
monfalcone

Tentata rapina a mano armata sul treno Venezia-Trieste: arrestati due minorenni

I giovani hanno minacciato un passeggero con una pistola (poi risultata una replica perfetta di un’arma in dotazione alle forze dell’ordine), ma questi si è divincolato ed è riuscito a chiedere aiuto.

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

TRIESTE Tentata rapina a bordo del treno regionale Venezia-Trieste, all’altezza della stazione di Monfalcone. È accaduto nella tarda serata di sabato 21 gennaio, sul treno regionale Venezia-Trieste, ma la Polfer lo rende noto solo oggi.

Mentre il convoglio giungeva alla stazione ferroviaria di Monfalcone, due giovani si sono avvicinati ad un passeggero, un cittadino straniero regolarmente soggiornante in Italia, chiedendogli del denaro per pagarsi il biglietto. L’uomo ha risposto che era disponibile ad aiutarli qualora fosse sopraggiunto il controllore.

I due si sono dunque dapprima allontanati, poi, evidentemente non soddisfatti della risposta ricevuta, sono tornati all’attacco, l’hanno bloccato e gli hanno puntato una pistola intimandogli la consegna del denaro.

Lo straniero, con una reazione improvvisa, è riuscito a divincolarsi dalla presa ed a rifugiarsi nella carrozza successiva dove ha trovato aiuto nella presenza di diversi viaggiatori uno dei quali ha prontamente avvisato la polizia.

Lì è stato nuovamente raggiunto dai due malviventi i quali hanno rinnovato la richiesta di denaro ma, scoraggiati dalla presenza di altri viaggiatori e visto il rifiuto opposto dalla vittima, hanno preferito desistere e ritirarsi in fondo al treno.

Giunti nella stazione di Trieste, i malviventi hanno trovato ad accoglierli gli operatori della Polfer di Trieste Centrale e della Squadra Volante della Questura,

I due, un cittadino italiano e uno albanese, entrambi minorenni, sono stati subito identificati e perquisiti. Addosso ad uno di loro sono stati ritrovati un passamontagna nero ed una pistola a salve in metallo, priva di caricatore e con il tappo rosso occultato all’interno, replica perfetta di un’arma in dotazione alle Forze dell’Ordine.

I due sono stati tratti in arresto per il reato di tentata rapina a mano armata in concorso.

I commenti dei lettori