In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il docufilm sulla scuola Acegat fa rivivere la storia di Trieste

Presentata al Caffè San Marco l’opera che racconta l’esperienza degli apprendisti delle vecchie tranvie. Testimonianze e immagini d’epoca “inquadrano” così le speranze della generazione post-bellica

Lorenzo Degrassi
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Un frame del docufilm che mostra gli apprendisti al lavoro

 

TRIESTE Di fronte a una folta platea che ieri mattina ha affollato il Caffè San Marco, è stato presentato “Officine di vita”, il documentario che racconta la scuola apprendisti delle vecchie tranvie cittadine gestite dall’Acegat. Un docufilm della durata di mezz’ora realizzato da Riccardo Finelli assieme al videomaker Giulio Ladini, che racchiude le testimonianze di chi in quelle officine ha trascorso un pezzo della propria vita.

Foto Massimo Silvano

 

Come Angelo Ferri, Dario Scaglia, Galdino Cociani, Elvio Sirza, tutti alunni di quella scuola di ormai settant’anni fa, intervistati assieme a Laura Kraker, la loro professoressa di italiano di allora. Il documentario mostra il lavoro di tornio, falegnameria e fucina, perché in un mondo senza plastica e con attrezzature costose, spesso i pezzi di ricambio per autobus e condotte del gas venivano fabbricati direttamente in Acegat. Ma vengono mostrati anche momenti di socialità all’interno di un’area che ha sempre rappresentato un cuore industriale per la città.

«Questo filmato è un’opera di restituzione di quello che è stato fatto per quell’azienda che rappresentava la città – spiega Riccardo Finelli – ed è servito per togliere un po’ di polvere e restituire ai vecchi dipendenti Acegat e a tutti i triestini, un pezzo della propria storia. Ciò che esce da questi 30 minuti di documentario è uno spaccato della municipalizzata triestina di quell’epoca, ma anche della vita cameratesca di una meglio gioventù post-bellica che fra aule, officine e momenti di socialità, si apprestava a scrivere una nuova pagina della propria vita e di quella della città».

"Officine di vita": ecco il documentario che racconta la scuola apprendisti Acegat di Trieste

Tanti i ringraziamenti per la realizzazione di questa opera, a cominciare dalle voci narranti fino a Egidio Cini e il Cral di AcegasApsAmga, passando per la professoressa Laura Kraker e Nicoletta Fornasaro.

"Officine di Vita", il trailer del documentario sulla scuola apprendisti Acegat di Trieste

La base del documentario è un filmato in otto millimetri risalente al 1954, in una Trieste che dopo nove anni di occupazione alleata si ricongiungeva nuovamente all’Italia, e fu realizzato da docenti e allievi della Scuola Apprendisti. Che sorgeva nel complesso industriale del Broletto, una vera e propria scuola con aule, banchi e lavagne destinata a formare giovani tecnici e operai. Vi è documentato, in muto, il primo anno di attività della struttura, che continuerà a funzionare fino al 1957, formando 87 ragazzi. La realizzazione di questo documentario, come ha ricordato il videomaker Giulio Ladini, «è frutto di un lavoro collettivo dove si narra uno spaccato della città che è giusto ricordare e portare alle nuove generazioni». Il documentario “Officine di vita – La Scuola Apprendisti Acegat”, può essere visionato in forma integrale sul sito del Piccolo, alla pagina www.ilpiccolo.gelocal.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori