In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Caso Wärtsilä a Trieste, convocato martedì il tavolo a Roma

Per l’amministrazione regionale parteciperà l’assessore Rosolen

Aggiornato alle 1 minuto di lettura
LaPresse LaPresse (lapresse)

TRIESTE A seguito della richiesta avanzata dal governatore della Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, il tavolo Wärtsilä è stato convocato per martedì prossimo, 29 novembre, nella sede del ministero delle Imprese e del made in Italy a Roma.

All'incontro, in rappresentanza dell'Amministrazione regionale, parteciperà l'assessore al Lavoro Alessia Rosolen, la quale ha ribadito la priorità di mantenere costante e attivo il presidio istituzionale sulla situazione dello stabilimento di Bagnoli della Rosandra, con l'obiettivo di definire strategicamente il percorso di reindustrializzazione garantendo i posti di lavoro.

Matteoni (Fdi): “Presentata una risoluzione per difendere lo stabilimento di Trieste”

«Abbiamo presentato una risoluzione, firmata da tutto il gruppo FdI, nelle commissioni lavoro e attività produttive con precisi impegni per tutelare i lavoratori e le lavoratrici dello stabilimento triestino. La proprietà non ha alibi, ci sono tutte le condizioni che le consentono di mantenere la produzione in Italia. Garantire la salvaguardia di questa realtà strategica per la regione Friuli Venezia Giulia, è per noi essenziale per lo sviluppo e la crescita dei territori coinvolti». Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati Fvg di Fratelli d'Italia, Walter Rizzetto, Presidente della commissione lavoro alla Camera, il deputato di Trieste Nicole Matteoni deputata e Marta Schifone capogruppo FdI in Commissione Lavoro.

I commenti dei lettori