In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La protesta dei residenti di Basovizza: Tir vicino all’abitato e vie intasate dai mezzi

I residenti rialzano la voce un anno dopo la manifestazione sui medesimi problemi

Ugo Salvini
1 minuto di lettura

TRIESTE Mezzi pesanti che, nonostante il divieto, continuano a transitare lungo la statale 14 nel tratto che costeggia l’abitato e una frequente congestione del traffico nel centro della frazione, dovuta alla oramai consolidata e pessima abitudine di troppi automobilisti di parcheggiare senza rispettare i segnali di interdizione alla sosta.

È sempre molto difficile la situazione della viabilità a Basovizza, dove i residenti sono tornati ad alzare la protesta dopo oltre un anno dalla manifestazione che era stata organizzata per lo stesso scopo, cioè proprio per evidenziare i rischi e i problemi che questo stato di cose sta generando. «Nulla è cambiato nonostante le nostre denunce – spiega Carlo Mezgec, portavoce dei residenti – anche perché, fatta eccezione per il prefetto e la circoscrizione dell’Altipiano Est, tutti gli altri enti sono rimasti sordi alle nostre rimostranze. Il prefetto – precisa – ha interpellato l’Anas, chiedendo un maggiore controllo del traffico di automezzi di trasporto merci lungo la statale 14, ma siamo ancora al punto di partenza. Parimenti per quanto riguarda il centro di Basovizza – aggiunge – la cui gestione è di competenza dell’amministrazione comunale».

In sostanza, lungo le vie Gruden e Kette, in direzione di Lipizza, non ci sono marciapiedi, i veicoli sono parcheggiati ovunque in maniera irregolare e così il transito dei pedoni è difficile. I suggerimenti dei residenti: allestire marciapiedi in particolare davanti alla chiesa e all’attiguo monumento dei caduti, predisporre lampeggiatori in prossimità degli attraversamenti pedonali aumentandone il numero, istituire il limite di velocità di 30 km/h sulle strade del paese, posizionando rilevatori di velocità, e infine creare parcheggi di scambio ai margini della frazione.

I commenti dei lettori