In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Trieste, centinaia di “No green pass” sfilano in corteo per dire no alla guerra

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Foto Bruni

 

TRIESTE Circa 500 persone – il numero dei manifestanti è cresciuto dopo il raduno inziale – hanno preso parte, dalle 15 di sabato 15 ottobre, al corteo organizzato dal movimento No green pass per dire “No alla guerra”.

Le tappe del percorso: Largo Riborgo Corso Italia, piazza Goldoni, via Carducci, via Coroneo, Tribunale, via Ghega, via Roma, via Mazzini e piazza Goldoni. 

Ecco il comunicato dell’iniziativa:

"Lockdown, razionamenti, emergenzialismo permanente. Ieri causa la pandemia, oggi causa un conflitto bellico. È ora di far sentire la nostra voce, perché non siano sempre altri a decidere per conto nostro. È questo lo stimolo che agita la protesta e che porterà nuovamente Trieste nelle strade, a dodici mesi dagli affollati cortei che hanno destato l'attenzione dei media e della gente. Dire basta ad uno scontro voluto con rabbia dalla N.A.T.O., alleanza con finalità di conquista non ancora paga dell'espansionismo ad Est avvenuto negli ultimi vent'anni. Questo perchè guerra significa non solo morte, ma anche impoverimento, crisi economica e caro vita. E a tutto ciò noi intendiamo fermamente opporci. Il 15 ottobre 2022 si terrà quindi un corteo con partenza da Largo Riborgo e snodo lungo le vie cittadine.

Trieste, il corteo contro la guerra ricorda il giornalista Assange

L'evento, organizzato dal Coordinamento No Green Pass locale con l'adesione dei principali gruppi regionali - Vivere o Sopravvivere?, Costituzione in Azione, Studenti contro il Green Pass FVG, Alister - è aperto a chiunque, in Italia e all'estero, voglia aderirvi. L'obiettivo dichiarato è quello riattivare il dissenso popolare nei confronti di chiunque anteponga interessi imperialistici e di tornaconto al bene comune. E ribadire che il porto cittadino, a fronte dei trattati internazionali, deve rimanere smilitarizzato. La manifestazione scandisce inoltre la partecipazione di Trieste all'iniziativa mondiale 24h per Assange, nata per chiedere l'immediata liberazione di un giornalista simbolo di libera informazione"

I commenti dei lettori