In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
TRIESTE

Incendio a San Dorligo, allestita la palestra comunale per ospitare gli sfollati di Prebeneg e Crociata. Canadair in azione. Domati tre focolai tra Monrupino e Opicina

I vigili del fuoco: “Le operazioni di spegnimento e contenimento sono complicate oltre che dalla vegetazione secca e resinosa anche dal vento che alimenta e spinge le fiamme”

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

SAN DORLIGO. Ha ripreso vigore poco dopo le 13 di martedì 9 agosto l’incendio che aveva colpito durante la notte tra l’8 e il 9 agosto le zone boschive di Prebeneg (ex Prebenico) a San Dorligo della Valle.

I cittadini delle frazioni di Prebeneg e Crociata sono stati evacuati: per loro ci sarà una nottata da affrontare nella palestra comunale “Klabjan” di Dolina.

Se la situazione incendio lo permetterà, i residenti potranno fare ritorno alle proprie abitazioni alle 9.

Incendio di San Dorligo, Canadair in azione

I Vigili del fuoco del comando di Trieste sono impegnati con tutte le squadre disponibili supportate anche da ulteriori squadre giunte dai comandi di Gorizia, Udine e Pordenone. Mentre stanno arrivando in rinforzo anche due moduli aib (antincendio boschivo) della direzione regionale vigili del fuoco Veneto partiti dai comandi di Verona e Venezia e uno in arrivo dall'Emilia Romagna, è già operativo il nucleo Sapr (Sistema aeromobili a pilotaggio remoto) della direzione vigili del fuoco Veneto che con i droni ha già eseguito un primo volo di ricognizione per valutare dall'alto la situazione.

In supporto ai vigili del fuoco italiani sono arrivati anche i "Gasilci", i vigili del fuoco sloveni e stanno operando anche volontari Aib della protezione civile e personale del corpo forestale regionale.

A dare man forte alle squadre da terra stanno operando con lanci d'acqua Can 07 il Canadair del corpo nazionale dei vigili del fuoco giunto da Ciampino, Drago 71 l'elicottero del reparto volo dei vigili del fuoco di Venezia e un elicottero regionale.

Alcuni residenti sono stati sfollati e portati all’area feste di Prebeneg.

Bruciati diversi uliveti e vigneti.

Intaccato anche il giardino di una casa privata.

I vigili del fuoco: “Le operazioni di spegnimento e contenimento delle fiamme sono complicate oltre che dalla vegetazione secca e resinosa anche dal vento che alimenta e spinge le fiamme. Sono anche state predisposte delle squadre a presidio di abitazioni e infrastrutture".

La grande colonna di fumo è visibile da Grado.

Intanto i volontari della Protezione civile di Monrupino e Sgonico si sono occupati di tre focolai registrati tra Opicina e la frazione di Col (ex Zolla, Comune di Monrupino). Il fuoco, come comunicato dal sindaco di Monrupino, Tanja Kosmina, è stato domato con successo.

San Dorligo, elicotteri in azione per spegnere le fiamme.

Vasto incendio visibile sopra la Siot a Trieste

Vasto incendio visibile sopra la Siot a Trieste

I commenti dei lettori