In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Statale del Vallone, lunedì 1 agosto la decisione sulla riapertura dopo gli incendi sul Carso

La strada 55 era stata chiusa per consentire ai mezzi di soccorso di raggiungere nel più breve tempo possibile le aree colpite

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

GORIZIA. Si decide lunedì 1 agosto sulla riapertura della Strada statale 55 del “Vallone”. Nelle giornate che alla barriera autostradale del Lisert, a causa dell’esodo estivo verso le coste croate, sono considerate le più critiche dell’anno, il collegamento tra Gorizia e San Giovanni di Duino è vitale per la viabilità locale che non ha altra valvola di sfogo se non quella del passaggio per Monfalcone e Ronchi dei Legionari.

A causa dell’incendio sul Carso, la Statale 55 è stata chiusa a Rupa all’altezza dell’incrocio con Peci perché durante l’emergenza il posto di comando avanzato era stato posizionato a Jamiano. Tenere libero il Vallone è stato dunque necessario per permettere ai mezzi di soccorso di raggiungere nel più breve tempo possibile le aree interessate al rogo.

Ora il posto di comando verrà verosimilmente spostato a San Michele del Carso, presso una struttura comunale, e questo consentirà di liberare la strada del Vallone sulla quale, come ha spiegato anche il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna, inizieranno gli eventuali lavori di ripristino della segnaletica e di messa in sicurezza. Saranno forze dell’ordine e vigili del fuoco a valutare come intervenire insieme a Fvg Strade. Alla luce di ciò è probabile che la riapertura del Vallone avverrà tra questo lunedì e martedì 2 agosto. La decisione resta subordinata al tipo di lavori necessari.

Questo lunedì mattina inizieranno anche i lavori per il ripristino della circolazione sulle ex strade provinciali 15 di “Devetachi” (Devetachi-Doberdò del Lago) e 9 (Devetachi-San Martino del Carso).

I commenti dei lettori