In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
la polemica

Nucleare: Dreosto, Sergo e quel titolo contraffatto su Fedriga

Sulla centrale nucleare proposta da Salvini (ma a Milano)

1 minuto di lettura

TRIESTE. «È sempre più evidente la motivazione che ha portato alla scomparsa dei 5 Stelle anche nella nostra regione. La vergognosa Fake news pubblicata dal consigliere Sergo che attribuisce una falsa dichiarazione al governatore Fedriga non solo dimostra la scorrettezza nei confronti delle istituzioni regionali e degli abitanti di una città che va al voto domani (oggi ndr) ma viola tutte le regole imposte dai codici etici e le normative vigenti in tema elettorale». Questa la nota che il coordinatore della Lega Fvg Marco Dreosto ha inviato ieri, a poche ore dal voto amministrativo che interesserà oggi anche il Fvg coi comuni di Gorizia, Codroipo e Azzano X.

Dreosto ha replicato così al post apparso sul profilo Facebook di Cristian Sergo in cui, accompagnata da una foto del presidente della Regione, si leggeva la frase: “Fedriga: facciamo a Gorizia la prima centrale nucleare d’Italia, sì all’energia pulita e sicura”. Un titolo in effetti comparso su siti di quotidiani ieri stesso, ma con due parole cambiate, visto che l’originale era «Salvini: facciamo a Milano la prima centrale nucleare d’Italia, sì all’energia pulita e sicura». È bastato cambiare due parole, inserire la foto di Fedriga e scrivere a commento: «E se l’avesse detta lui invece di Salvini? Goriziani avete due possibilità. O andate a votare o andate a votare». Così il post. Dreosto ha replicato additando la «vergognosa Fake news». «Ovviamente - ha aggiunto il coordinatore di Lega Fvg - le autorità competenti sono già state avvisate. Una vergogna inaudita che chiarisce evidentemente la pochezza umana di Sergo - il quale avrebbe l’obbligo morale di dimettersi - e che sancisce una volta per tutte la fine dei 5 Stelle», la chiusa di Dreosto.

I commenti dei lettori