Tredici mezzi navali e 83 uomini: parte in Friuli Venezia Giulia l’operazione “Mare sicuro”

TRIESTE Ha preso il via a Trieste e nel resto della regione l’operazione  “Mare Sicuro” che vede, da oltre trent’anni, la Guardia Costiera del Friuli Venezia Giulia, ogni estate, al fianco dei cittadini e dei turisti che scelgono le coste e i mari del nord Adriatico per le proprie vacanze.

Dal 18 giugno al 18 settembre, durante la stagione balneare, 13 mezzi navali e pattuglie a terra per un totale di 83 uomini, vigileranno lungo le coste della Regione a garanzia della salvaguardia della vita umana in mare, pronti ad intervenire in caso di emergenze.

L’attività di soccorso e pattugliamento lungo tutto il litorale regionale sarà espletata mediante il coordinamento delle Sale Operative delle Capitanerie di porto del FVG che, con un totale di 20 militari in turnazione continua, garantiranno ininterrottamente l’ascolto radio e la ricezione di chiamate di emergenza h24, attraverso il numero delle emergenze in mare 1530 o il Numero Unico Emergenze 112.

Inoltre, oltre agli Uffici della Guardia Costiera, già presenti sul territorio regionale, per garantire una maggiore vicinanza ed assistenza degli utenti del mare, due posti stagionali trimestrali avanzati saranno attivati a Muggia ed a Duino.

Un’attenta azione di vigilanza sarà rivolta alla verifica dell’osservanza dei limiti di navigazione dei natanti in prossimità della costa, alla presenza a bordo delle dotazioni di sicurezza, al rispetto della salvaguardia della fascia riservata alla balneazione (dove - com’è noto - vige il divieto di navigazione) nonché alla perfetta predisposizione dei presidi di sicurezza a terra degli stabilimenti balneari.

Anche quest’anno proseguirà l’iniziativa del “Bollino blu” che permetterà ai diportisti di vivere il mare più serenamente, evitando una duplicazione dei controlli in materia di sicurezza delle unità da diporto; attività svolta dalle organizzazioni dello Stato operanti sul mare sotto il coordinamento della Guardia Costiera.

L’impegno della Guardia Costiera sarà rivolto inoltre, a vigilare sul rispetto delle regole poste a tutela dell’ecosistema marino con tutte le sue risorse e la preziosa fascia costiera e demaniale - patrimonio inestimabile del Paese - andando a prevenire nonché a reprimere eventuali condotte illecite contro l’ambiente.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Sudafrica, 22 giovani trovati morti in un night club: la polizia sul luogo della tragedia

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi