Contenuto riservato agli abbonati

Svolta nell’omicidio di Kobjeglava: arrestato il triestino Adriano Petelin. Ecco i dettagli

Era andato dalla Polizia a Capodistria per riavere il cellulare sequestrato. Si è ritrovato in manette

TRIESTE. Alla fine ha fatto tutto da solo: si è presentato al Commissariato di Capodistria per chiedere la restituzione del cellulare che gli era stato sequestrato durante le indagini. E la Polizia slovena, trovandosi inaspettatamente proprio l’indagato numero uno davanti, lo ha arrestato.

Il triestino Adriano Petelin, 58 anni, residente a Duino, ora è in carcere a Capodistria. Gli investigatori sloveni e italiani hanno in mano prove schiaccianti per ritenerlo l’autore dell’omicidio del cinquantasettenne sloveno Darjo Grmek, il trafficante di droga ucciso il 2 aprile nella sua abitazione di Kobjeglava in Slovenia, vicino a Comeno, a una ventina di minuti da Aurisina.

Video del giorno

Leonardo Del Vecchio, l'arrivo del feretro alla camera ardente

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi