Contenuto riservato agli abbonati

Caltagirone lascia il cda di Generali: nessuna motivazione, ma il passo indietro non è una resa

La partecipazione rimane strategica. E la compagnia annuncia un board per la sostituzione

TRIESTE  Un passo indietro che in realtà potrebbe essere il preludio di un rilancio. Nella tarda mattinata di venerdì Francesco Gaetano Caltagirone si è dimesso dal cda di Generali senza che «siano state rese note» le motivazioni, secondo l’espressione utilizzata in una nota ufficiale della compagnia.

Il costruttore romano, che negli ultimi mesi non aveva mai perso occasione per esternare – direttamente o indirettamente – il proprio dissenso verso la gestione di Philippe Donnet, questa volta ha scelto di restare in silenzio.

Video del giorno

Giorgia Soleri: "Vi racconto storie di malattie invisibili come la mia". La rubrica su Salute

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi