Contenuto riservato agli abbonati

Allarme prezzi nei Balcani: dalla Serbia all’Ungheria crescono i timori di crisi.

La Romania stima l’inflazione al 12,5% a fine anno Bulgaria, annunciata una manovra contro il caro vita. Macedonia del Nord, chiusi quattromila negozi

BELGRADO Allarmi sempre più accesi, corroborati dalle scene che si osservano ogni giorno in una regione che guarda al futuro con crescente timore. Sono quelli relativi all’aumento dei prezzi del cibo, dei carburanti, del riscaldamento, ma anche a quell’inflazione generalizzata scatenata dalla guerra all’Ucraina e che potrebbe nei prossimi mesi mettere in crisi ampie parti dei Balcani ancora fuori dalla Ue.

Video del giorno

"Perché li hanno lasciati andare?". Lo sfogo della sorella di Erica dispersa sulla Marmolada

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi