Contenuto riservato agli abbonati

Operazioni di transizione fermate dal Covid a Trieste, le associazioni Lgbt: «Si riparta»

Appello di un gruppo di associazioni in una lettera inviata all’Azienda sanitaria. Il direttore di Asugi Poggiana: «Abbiamo dell’arretrato da recuperare. Al più presto anche la ripresa di questi interventi»

TRIESTE In Italia il percorso di transizione, quello che sbrigativamente nel parlar comune vien detto “cambio di sesso”, è un procedimento lungo e tutt’altro che facile. Trieste e la sua Azienda sanitaria sono note in Italia per la qualità del loro servizio psicologico e chirurgico, ma dall’avvento del Covid le operazioni si sono fermate e le liste d’attesa sono chiuse.


Video del giorno

L'impressionante colata di ghiaccio dalla Marmolada vista dagli stessi escursionisti in salvo

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi