Contenuto riservato agli abbonati

Gorizia, con il canone unico aumentano i costi e gli ambulanti avvertono: «Lasceremo la città»

Le associazioni di categoria: «Soffocati dalle spese fisse» Sartori: «Non hanno torto». Ziberna: «Sono pochi euro» 

GORIZIA «Un salasso». «Un aumento sorprendente». «Così si rischia di far saltare un settore che ha già le sue difficoltà».

Gli ambulanti dei mercati del giovedì (ai Giardini pubblici in centro) e del venerdì (nel piazzale della Casa rossa) alzano la voce. Nel mirino sono finite le quote del nuovo “canone unico” di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria che riunisce, in una sola forma di prelievo, le entrate relative all’occupazione di aree pubbliche e la diffusione di messaggi pubblicitari.

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi