Contenuto riservato agli abbonati

Gazebo del candidato Orlando sfrattato dal cantiere della piazza a Monfalcone

Diminuiti i pannelli per l’affissione dei manifesti. Il segretario generale: «Spazi ridotti già nel 2020»

MONFALCONE Si sente ingabbiato, sovrastato, schiacciato dalla propaganda politica del centrodestra Francesco Orlando, il candidato della bicicletta Vela-Territorio e Libertà. Perfino «sfrattato», con il suo gazebo, dalla piazza. Perché il cantiere sul salotto buono, che procede a microsettori per non impattare sulla vivibilità dei residenti e sull’esercizio delle attività insediate, ha “aggredito” i suoi prescelti spazi.

Gli avversari del 12 giugno si prendono le misure, letteralmente.

Video del giorno

"Perché li hanno lasciati andare?". Lo sfogo della sorella di Erica dispersa sulla Marmolada

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi