Contenuto riservato agli abbonati

Don Vatta sul futuro di San Martino al Campo a Trieste: «Servono fiducia e risposte a necessità nuove»

Il fondatore della Comunità: «L’obiettivo che ci siamo dati è quello di riscoprire la sensibilità di chi incrociamo e anche la nostra». L’ultimo incontro con don Di Piazza: «Ci mancherà»

TRIESTE Don Mario Vatta è seduto alla sua luminosa scrivania, circondato da ordinati scaffali colmi di libri. Indossa una camicia bianca e tiene a portata di mano una mascherina, sempre pronto ad accogliere chi viene a fargli visita. L’infaticabile fondatore della Comunità di San Martino al Campo di Trieste, è intento a raccogliere appunti su un quaderno, in vista della presentazione – andata in scena ieri pomeriggio – del Bilancio sociale 2021 della Comunità.

Video del giorno

Giorgia Soleri: "Vi racconto storie di malattie invisibili come la mia". La rubrica su Salute

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi