Contenuto riservato agli abbonati

Fasiolo e Ziberna sul futuro di Gorizia, università e cultura sono le vie maestre

Il centrosinistra punta sulla città smart e i vantaggi della Zlsr. Il centrodestra elenca i 150 milioni di opere e l’evento 2025

GORIZIA. E le risposte arrivarono. Con l’ultimo treno. Quale deve essere la vocazione della città? A misurarsi i due maggiori competitor alle elezioni comunali del 12 giugno dopo la vaghezza manifestata da tutti i contendenti presenti al confronto al Kulturni dom.

Secondo Laura Fasiolo vanno intraprese due strade: «Quella culturale (in senso ampio) intesa come Università, turismo ambientale, città-smart. E quella industriale nella direzione dell’alta tecnologia correlata a distretto tecnologico, innovazione, ricerca (Zlsr) e corsi post-diploma.

Video del giorno

Montalcino, il 'Sì' di Francesca Pascale e Paola Turci: "È una cosa meravigliosa"

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi