Contenuto riservato agli abbonati

Duecento in piazza contro i tagli alla Flex di Trieste: tavolo decisivo fra Mise, Regione Fvg e proprietà

Quella di martedì 17 maggio sarà una giornata decisiva per limitare l’impatto dei 280 esuberi. I sindacati: «Pronti a occupare la fabbrica se necessario»

TRIESTE martedì 17 maggio, in un modo o nell’altro, sarà una giornata decisiva per la sopravvivenza della Flex: alle ore 15 si collegheranno ministero dello Sviluppo economico (Mise), Regione, azienda per chiudere il cosiddetto tavolo “ristretto” dove non ci sono i sindacati. In un modo o nell’altro, riferiscono fonti regionali: o governo e Regione riescono a limitare il drammatico impatto rappresentato dalla minaccia dei 280 esuberi, oppure si andrà a un aspro confronto sulla base di un taglio occupazionale pari alla metà degli occupati nello stabilimento elettronico di strada Monte d’oro.

Video del giorno

"Perché li hanno lasciati andare?". Lo sfogo della sorella di Erica dispersa sulla Marmolada

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi