Contenuto riservato agli abbonati

Morto giocando a calcetto a Monfalcone, disposta l’autopsia su Aleksij Soban

Il cinquantenne colpito da infarto durante una partita Il ricordo del cognato: «Aleksij vedeva il bello in ogni cosa»

SAN FLORIANO San Floriano e Jamiano, i suoi paesi, ma anche Gorizia, l’intera comunità della minoranza slovena, il mondo dello sport e più in generale i tantissimi amici che in queste ore si stanno stringendo attorno ad una famiglia travolta dal dolore, dovranno aspettare ancora un po’ prima di poter dare il loro ultimo saluto ad Aleksij Soban, il cinquantenne di San Floriano del Collio stroncato da un malore mentre stava assecondando una volta di più la sua passione per lo sport, per il pallone, giocando a calcetto nella palestra della scuola primaria “Duca d’Aosta” di Monfalcone.

Video del giorno

"Perché li hanno lasciati andare?". Lo sfogo della sorella di Erica dispersa sulla Marmolada

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi