Contenuto riservato agli abbonati

Diventano bene culturale le vecchie gru in acacia dei pescatori di Umago

Servivano a sollevare le battane per metterle in salvo dal maltempo: Zagabria le iscrive nel Registro nazionale

UMAGO Il ministero croato della Cultura dà appoggio alle iniziative mirate a conservare una tipica tradizione dell'Istria nordoccidentale: quella delle cosiddette grue, le gru in acacia nate oltre un secolo fa per mettere in sicurezza le piccole imbarcazioni dei pescatori, soprattutto le battane a fondo piatto. Zagabria ha iscritto le grue - o meglio la conoscenza e l'abilità nel costruirle - nel Registro dei beni culturali immateriali della Repubblica di Croazia: un passo che prelude solitamente all’arrivo di risorse da destinare a progetti per il recupero e la tutela di questi manufatti.

Costruite

Video del giorno

Ghiacciaio della Marmolada, il video della zona del crollo il giorno prima

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi