Contenuto riservato agli abbonati

Scontro nel Leone: Sironi il pacificatore, ma la tensione è alta

Da sinistra Donnet e Sironi

Mercoledì il consiglio di amministrazione si riunisce sui conti però il giorno dopo il primo duello nessun segnale di tregua

MILANO. Le possibilità di pacificazione in casa Generali non si sono esaurite, ma le decisioni del cda in merito alla formazione dei comitati consiliari hanno acuito lo scontro tra i due schieramenti che si sono confrontati in sede assembleare. Il principale motivo di scontro è stato la scelta di non prevedere un comitato decisioni strategiche, assunta dalla maggioranza del board all’esito di un’analisi delle best practice internazionali, dal quale è emersa la tendenza a non prevedere questo organismo, in modo da lasciare le decisioni più importanti per la vita aziendale direttamente in capo al consiglio d’amministrazione.

Video del giorno

Trieste, presidio del Clpt davanti al porto in solidarietà ai lavoratori sospesi e licenziati

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi