Contenuto riservato agli abbonati

Va in pensione ma dopo due mesi è costretta a tornare al lavoro: il ministero aveva sbagliato i conteggi

La storia di Giannina, 70 anni, impiegata amministrativa della procura di Pordenone: dopo due mesi dalla festa di commiato è tornata alla sua scrivania

PORDENONE Due mesi dopo aver festeggiato il suo pensionamento, Giannina Carboni, 70 anni, impiegata amministrativa della procura di Pordenone, si è ritrovata nuovamente alla sua scrivania al piano terra del palazzo di giustizia. «La domanda di pensione è stata rigettata perché il ministero della Giustizia ha sbagliato i codici», racconta, ancora incredula, Giannina.

Nel cellulare ha ancora le foto e i video della sua festa di commiato: i discorsi pieni di affetto e di elogi, la tavola imbandita di manicaretti, la torta con panna e frutta con la decorazione “Auguri per il pensionamento Giannina!” che ora ha il sapore amaro della beffa.

Video del giorno

Superenalotto, la "porta d'oro" di Sisal. Ecco dove sarà pagato il jackpot da record

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi