Contenuto riservato agli abbonati

Boss della droga ucciso in Slovenia: il Dna lasciato dal killer

Inquirenti al lavoro in particolare su una traccia: si ripete in tutta la casa di Kobjeglava dove è stato assassinato Darjo Grmek

TRIESTE. Tracce dappertutto. Di impronte. E Dna. Una, in particolare, che si ripete in diversi ambienti della casa. È presto per dire se le indagini sull’omicidio del cinquantasettenne sloveno Darjo Grmek sono a una svolta. Ma gli investigatori hanno indubbiamente in mano qualcosa di rilevante.

Grmek, trafficante di droga della criminalità organizzata, è stato ucciso il 2 aprile nella sua abitazione di Kobjeglava in Slovenia, vicino a Comeno, a una ventina di minuti da Aurisina.

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi