Contenuto riservato agli abbonati

I sanitari No vax vendicano le sospensioni tentando di paralizzare le assemblee degli Ordini. A Trieste interviene la Digos

In atto in tutte le province tentativi di bloccare i bilanci e paralizzare le aattvità degli Odini di riferimento per “vendicare” le sospensioni degli irregolari

TRIESTE «O ci ascoltate o vi commissariano». Il blitz per stoppare il bilancio degli Ordini sanitari è riuscito a Torino ed è fallito a Treviso. A Bergamo i No vax sono arrivati invece a imbrattare la sede dell’Ordine delle professioni sanitarie. Il ritorno in corsia dei sanitari sospesi, anche in regione, è segnato da una strategia comune: alimentare il malumore degli iscritti, votare strumentalmente contro i bilanci, puntando al conseguente commissariamento degli enti.

Video del giorno

Giorgia Soleri: "Vi racconto storie di malattie invisibili come la mia". La rubrica su Salute

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi