Contenuto riservato agli abbonati

Travolta da un albero alla Festa del Maj: la cormonese Michela resta in condizioni critiche. Ecco cosa è successo

L’incidente è avvenuto mentre i neodiciottenni stavano issando il “Maj” a Piedimonte

GORIZIA «Le sue condizioni sono stazionarie». Lo dice con un filo di voce il cormonese Edi Sgubin, colonna della società di basket dell’Alba e padre di Michela, rimasta travolta dall’albero del “Maj” a Piedimonte, sabato sera, attorno alle 22. La trentenne è ricoverata in prognosi riservata al reparto di Rianimazione di Cattinara, a Trieste. È in coma farmacologico e le sue condizioni permangono gravissime.

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi