Incendio tra Moccò e Bagnoli: 6 ettari di bosco in fumo. “Fiamme provocate da fuochi d’artificio per festeggiare il primo maggio”

“Con molta probabilità l’incendio è stato provocato dall'incosciente utilizzo di fuochi d'artificio”

DOLINA. Nella notte tra sabato 30 aprile e domenica primo maggio un incendio si è sviluppato nell’area boschiva posta sul monte San Michele (San Dorligo della Valle) tra le frazioni di Moccò e Bagnoli.

Il rogo ha visto impegnati per tutta la notte e la mattinata oltre trenta uomini tra vigili del fuoco, corpo forestale, volontari e una decina di mezzi antincendio. 

“Con molta probabilità l’incendio è stato provocato dall'incosciente utilizzo di fuochi d'artificio: al termine delle operazioni di spegnimento e con la luce del giorno, il personale forestale regionale ha rinvenuto alla base di un stendardo issato come da tradizione nelle borgate carsiche per festeggiare il Primo Maggio, il residuo di un contenitore pirotecnico con ancora evidenti segni di un uso recente", ha raccontato Alessandro Novello del corpo pompieri volontari di Trieste.

Circa sei ettari di bosco sono andati in fumo.

Sul posto hanno operato vigili del fuoco di Trieste e Muggia, i pompieri volontari di Trieste e San Dorligo Breg, le squadre comunali volontarie di Trieste, Muggia e Duino.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo a Cremona: una tromba d'aria abbatte alberi e infrastrutture

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi