Contenuto riservato agli abbonati

Bufera sul 25 aprile a Gradisca, Cattarin scatena gli strali della sinistra

La condivisione del post del presidente della Lega nazionale Luca Urizio sui comunisti italo-slavi indigna la maggioranza: «Nostalgico del Ventennio»

GRADISCA  Nuova bufera politica a Gradisca. E sempre sul terreno minato dei fatti storici relativi alla Seconda guerra mondiale.

Se nelle scorse settimane aveva tenuto banco il caso-Norma Cossetto («Uccisa perché fascista e non perché italiana», fu un controverso passaggio della maggioranza nel motivare il diniego all’intitolazione di un luogo pubblico alla giovane istriana, scatenando gli strali dell’opposizione) questa volta il vento della polemica soffia in direzione opposta.

Video del giorno

Marmolada, il gestore del rifugio alpino: "Il ghiacciaio scoperto dalla neve già a giugno"

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi