Contenuto riservato agli abbonati

Trieste e il Covid: dai focolai ingestibili alle barricate No vax fino alla conta dolorosa dei morti che non si arresta

Il doloroso affresco della Trieste che convive con il Covid: le vittime con diagnosi da coronavirus sono 1.227, più di 5 ogni mille abitanti

TRIESTE È la conta più dolorosa. A Trieste inizia il 7 marzo 2020, il giorno del primo decesso con diagnosi Covid. Da allora non si è mai interrotta. Perché, nonostante i vaccini e le varianti meno letali del primo coronavirus, la pandemia continua a colpire duramente una città con così tanti residenti anziani, contagiati in larga parte in presenza di altre patologie, più o meno gravi.

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi