Contenuto riservato agli abbonati

Centrale nucleare in Slovenia: il nuovo allarme dei geologi sulla sicurezza

La crisi del gas riaccende il dibattito sull’atomo ma i geologi denunciano i rischi del potenziamento dell’impianto di Krško

BELGRADO Il dibattito sull’approvvigionamento energetico legato alla crisi del gas, dopo la guerra scatenata dalla Russia, riaccende i riflettori sulle centrali nucleari. Quantomai necessarie per mettere fine alla dipendenza dalle forniture di Mosca, secondo alcuni. Ancora troppo poco sicure, soprattutto perché inserite in contesti ambientai troppo fragili, a detta di altri. E proprio in questo contesto torna prepotentemente d’attualità anche il futuro dell’impianto di Krško.

Video del giorno

Maltempo a Cremona: una tromba d'aria abbatte alberi e infrastrutture

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi