Contenuto riservato agli abbonati

L’Isontino piange don Cidin «Il comunicatore della fede»

Vicario parrocchiale di Gradisca e Farra aveva 69 anni e lo scorso anno aveva vinto il Covid. Entrò in seminario in età adulta e venne ordinato nel 1997 dall’arcivescovo Bommarco

GRADISCA. Granitico nella fede. Autorevole nel comunicarla. Semplice ed introverso nella quotidianità. La comunità cristiana dell’Isontino è in lutto per la morte di don Claudio Valentino Cidin, sacerdote di origine cormonese e Vicario parrocchiale dell’Unità Pastorale di Gradisca d’Isonzo e Farra. Avrebbe compiuto 69 anni a luglio.
Don Valentino Cidin, per tutti Claudio, era nato a Strassoldo nel 1953. Ma le sue radici sono a Cormons, ove la famiglia conduceva un noto panificio e pasticceria che, di generazione in generazione, si è fatta apprezzare in tutto l’Isontino ed oggi prosegue la sua storia fra Cormons e Gorizia.

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi