Contenuto riservato agli abbonati

Giallo di Trieste, il marito Sebastiano: «Ricordare quell’ultimo sorriso di Lilly ora mi fa ancora più male»

Lo stato d’animo di Visintin alla luce degli ultimi elementi emersi nell’indagine: «La mattina prima di sparire dalla finestra mi salutò col sorriso. Non tollero si parli male di lei»

TRIESTE Macina ogni giorno chilometri su chilometri in bicicletta, impaziente che sulla scomparsa della sua Lilly venga fatta finalmente chiarezza. Sebastiano Visintin, giovedì scorso, è stato convocato nuovamente in Questura. «Acconsente al prelievo del suo Dna?», gli hanno chiesto gli investigatori della Squadra mobile.

Sebastiano, che cosa ha pensato in quel momento?

«Ho pensato faccia parte delle indagini e con grande tranquillità ho dato l’ok.

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi