Contenuto riservato agli abbonati

Il metanodotto A2A cambia percorso a Monfalcone. Ma rimane il “nodo” espropri lungo il tracciato

Rispetto al progetto originario è subentrata l’”Alternativa A”. Tre imprenditori hanno già presentato la loro opposizione

MONFALCONE Il nuovo tracciato relativo al metanodotto a servizio della centrale a gas di A2A Energie Future ha cambiato direzione rispetto all’originale progetto che interessava l’area del Lisert, sfiorando le zone di tutela, come il Biotopo, e l’habitat di insediamento della specie protetta Zeuneriana marmorata. Il percorso mantiene sostanzialmente la stessa lunghezza, attorno ai due chilometri, lungo un tragitto circolare opposto a quello relativo alla scelta primaria, sulla quale si erano peraltro basati enti e privati ai fini della presentazione delle osservazioni.

Video del giorno

Serie B, la scaramanzia di Letta e Fratoianni su Pisa-Monza: "Sulla partita di domenica non voglio dire niente"

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi