Contenuto riservato agli abbonati

Eseguita l’autopsia sul corpo di Lorenzo: la barra di 150 chili lo ha schiacciato

Le parole dell'avvocato Stefano Buonocore, avvocato dell'azienda: «Non ci saranno commenti da parte nostra nel rispetto della vittima, ogni altra esternazione sarebbe intempestiva»

UDINE. "Lesioni cranio encefaliche”: è questo il primo responso del consulente incaricato dalla Procura di Udine di eseguire l’autopsia sul corpo di Lorenzo Parelli, lo studente di Morsano di Strada deceduto venerdì scorso, a soli 18 anni, dopo che una barra d’acciaio di 150 chili lo ha travolto, schiacciandolo, mentre si trovava alla Burimec di Lauzacco, nell’ultimo giorno dello stage organizzato dall’istituto salesiano Bearzi di Udine.

Video del giorno

Roma-Feyenoord, l'occhiolino di Abraham alla panchina dopo aver subito un fallo

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi