Contenuto riservato agli abbonati

«Kiev è il cortile di Mosca, ne staremo fuori». La linea filorussa di Milanovic irrita l’Ucraina

Il presidente della Repubblica croata Zoran Milanov

Il ministero degli Esteri convoca l’ambasciatrice croata. Ue e Nato spiazzate. Il premier Plenkovic costretto a scusarsi

Una ridda di dichiarazioni discutibili, così destabilizzanti da far infuriare l’Ucraina, agitare la Bosnia, preoccupare l’Occidente. Il protagonista, un politico socialdemocratico ed europeista, che da tempo sta però cambiando volto, in una deriva di difficile lettura. Politico che risponde al nome di Zoran Milanovic, presidente croato al centro di una sempre più lunga serie di controversie, esplosive anche sull’agone internazionale.

A

Video del giorno

Superenalotto, la "porta d'oro" di Sisal. Ecco dove sarà pagato il jackpot da record

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi