Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, monumento ai fucilati di Basovizza tutelato dalla legge italiana: Roma ne riconosce l’interesse culturale

Nel luglio del 2020 la visita di Mattarella e Pahor con l’immagine simbolica mano nella mano

Il ministero conclude il procedimento per la tutela della colonna in memoria dei membri del Tigr

TRIESTE Il 9 settembre 1945 il monumento ai fucilati sloveni di Basovizza fu inaugurato alla presenza delle autorità militari alleate, delle rappresentanze politiche e di una folla da 10 mila persone. Il 13 luglio 2020 vide i due Presidenti, Sergio Mattarella e Borut Pahor, stringersi per mano in uno dei momenti simbolicamente più forti di quella giornata: ora il Ministero della Cultura ha concluso il procedimento che riconosce al monumento il carattere di bene d’interesse culturale.

Video del giorno

Superenalotto, la "porta d'oro" di Sisal. Ecco dove sarà pagato il jackpot da record

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi