Contenuto riservato agli abbonati

Bombola esplosa all’alba in stazione nel 2017 a Trieste: assolto il manutentore

L’esplosione è da attribuire a un «evento accidentale e non prevedibile»

TRIESTE Si è concluso nei giorni scorsi con l’assoluzione di Orazio Tomasi, legale rappresentante dell’azienda pugliese Tema Sistemi, il processo per disastro colposo legato all’inchiesta sull’esplosione di una bombola depositata nei locali della stazione ferroviaria di Trieste all’alba del 21 giugno 2017. Nel processo intentato contro Tomasi si era costituita parte civile anche Trenitalia.

I fatti. Poco prima delle 5 del mattino del 21 giugno di quasi cinque anni fa, un’esplosione fragorosa sveglia i residenti delle case di Roiano vicine alla ferrovia.

Video del giorno

Superenalotto, la "porta d'oro" di Sisal. Ecco dove sarà pagato il jackpot da record

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi