Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, lo stop al laminatoio “delle Noghere” non allarma politica e mondo sindacale «Puntiamo su altro»

Dipiazza: «Iniziativa presentata male. Godiamoci piuttosto la Bat». Cgil e Uil: «Poca chiarezza sulle emissioni, ora si ripuliscano i terreni»

TRIESTE Salta l’ipotesi del nuovo laminatoio alle Noghere, ma sindaco e sindacati non si scompongono. A Trieste si preferisce guardare il bicchiere mezzo pieno: Roberto Dipiazza dice che «persa una cosa, ci godiamo l’insediamento di British American Tobacco», mentre Cgil e Uil chiedono di spendere presto i 60 milioni che il Pnrr stanzia in ogni caso per il risanamento ambientale dell’area.

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi