Contenuto riservato agli abbonati

La Slovenia guarda a Taiwan e irrita la Cina

Il premier Jansa evoca un rafforzamento dei legami commerciali con l’isola scatenando le reazioni contrariate della Cina

Come irritare profondamente ed entrare in rotta di collisione con una delle potenze straniere più ingombranti - e influenti - nell’Europa centro-orientale? Semplicemente menzionando Taiwan. E facendo balenare la possibilità di rafforzare i rapporti con l’isola contesa.

È quanto sta scoprendo la vicina Slovenia, investita da pesantissime critiche lanciate da Pechino all’indirizzo di Lubiana, in quello che appare essere l’esordio di una grave crisi diplomatica.

Video del giorno

Serie B, la scaramanzia di Letta e Fratoianni su Pisa-Monza: "Sulla partita di domenica non voglio dire niente"

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi