Contenuto riservato agli abbonati

Omicidio di via Rittmeyer: Robert è stato strangolato col laccio da una sola persona

Robert Trajkovic, ucciso a 17 anni in un sottoscala di via Rittmeyer

L’autopsia conferma la dinamica ricostruita con la confessione di Alì. La ragazza contesa indagata per favoreggiamento

TRIESTE L’autopsia eseguita martedì pomeriggio sul corpo di Robert Trajkovic conferma che il giovane è morto per asfissia da strangolamento, e che l’omicidio è avvenuto per le mani di un’unica persona. L’esame autoptico infatti - come ha comunicato in via ufficiale in serata il procuratore capo Antonio De Nicolo con una nota stampa (qui il link) - ha comprovato come il 17enne sia stato assassinato con il laccio di nylon bianco trovato ancora stretto al suo collo quando, nella serata di sabato 8 gennaio, il cadavere era stato rinvenuto nel sottoscala del condominio al civico 13 di via Rittmeyer.

Video del giorno

Superenalotto, la "porta d'oro" di Sisal. Ecco dove sarà pagato il jackpot da record

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi