A Gorizia tutti contro Ziberna nel centrosinistra, ma manca il candidato

Oltre al sindaco uscente di centrodestra gli unici candidati sono Lippi (Ancora Italia) e l’ex leghista Zotti

GORIZIA Tutti contro Ziberna, tra nuove-vecchie candidature civiche e veti a possibili alleanze indirizzati di fatto solo al centrodestra dell’attuale maggioranza. Ma con il “nome forte” del centrosinistra che, ancora, continua a latitare, in un’attesa che assomiglia quasi a una partita a scacchi. Mentre dietro le quinte proseguono fitti i dialoghi tra partiti e forze civiche emergenti, ufficialmente tutti attendono la prima mossa altrui prima di svelare le proprie carte.

Tutti ad eccezione di Franco Zotti, ex leghista e oggi consigliere del gruppo unicellulare Legalizziamo Gorizia Zf, che si aggiunge così allo stesso Ziberna, ricandidatosi, e a quello che era sin qui l’unico sfidante confermato, Angelo Lippi di Ancora Italia. «Sì, mi candido a sindaco di Gorizia, perché mentre tutti gli altri meritano di andarsene a casa, io sono uno che vive la città, la conosce e quindi può fare del bene – dice Zotti -. Darò vita ad una civica, non sono ancora con il nome del mio gruppo attuale oppure uno nuovo. Potrebbe essere “Zotti contro tutti”, chissà, non mi dispiacerebbe. Sono convinto che farò una bella figura alle elezioni, e oltre che per Gorizia lo faccio anche per dimostrare al “Conte Max” (il riferimento è al presidente della Regione Massimiliano Fedriga) che le persone contano, e che alle urne prenderò un voto in più della Lega». Zotti in questi mesi è stato uno dei leader della protesta No Green pass a Gorizia, ma si smarca dal rappresentare solo questo movimento di piazza: «Ho le mie idee e le confermo, ma sono per libertà, rispetto chi sceglie di vaccinarsi, e la mia lista non avrà a che fare con tutto questo».

Ma se Zotti è figura “fuori dagli schieramenti”, qual è invece la situazione in seno al centrosinistra? Il Pd fa sapere attraverso il suo segretario comunale Franco Perazza di non aver stabilito una data limite per l’individuazione del candidato, «visto che sulle preoccupazioni legate al tempo prevale la ricerca del risultato, ovvero un candidato di alto spessore condiviso dalla coalizione più ampia possibile». Le primarie restano una possibilità, sullo sfondo, ma la priorità è il dialogo con i possibili alleati, mentre i nomi in ballo per il ruolo di sindaco continuano a essere quelli ormai noti, da Demartin a Fasiolo, fino alla suggestione Brandolin. Dialogo non semplicissimo (che continuerà nei prossimi giorni in seno al gruppo dei “Visionari”), anche e soprattutto con la coalizione delle civiche, una parte della quale è più orientata a tentare la strada della candidatura autonoma.

L’avvicinamento più significativo è invece quello con Azione. «Che riteniamo un interlocutore importante – conferma Perazza -, così come consideriamo strategicamente importante la collaborazione tra partiti che hanno dimensione nazionale e internazionale, e realtà civiche che sono forte espressione del territorio». Proprio da Azione, anche attraverso il consigliere comunale Francesco Piscopo, emerge che il dialogo continua, «con il Pd ma non soltanto», anche se qualora non dovessero essere trovate le giuste convergenze, «siamo pronti a presentare un nostro candidato». Praticamente lo stesso scenario al quale si assiste in casa Movimento 5 Stelle, dove gli unici veti a possibili alleanze sono indirizzati a chi appoggerà l’attuale sindaco Rodolfo Ziberna, mentre il dialogo si apre, oltre che a Pd e centrosinistra, anche ad Azione e Insieme. «Pensiamo sia possibile trovare un candidato di altro profilo, in grado di raccogliere anche parte dei voti che cinque anni fa andarono a Ziberna – dice il grillino Giancarlo Maraz -. La presentazione di un nostro candidato di bandiera, al momento, è un piano “B”». Di qui alla fine del mese, poi, scioglierà le riserve appunto anche Insieme. «Una lista la presenteremo sicuramente – assicura Dario Baresi, coordinatore di Insieme per Gorizia -, a sostegno di una candidatura nostra espressione diretta, oppure di quella di alleanze che stiamo valutando e definendo in questi giorni».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Volata choc a Castelfidardo, morto il dirigente investito dal ciclista friulano Venchiarutti

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi