Protesta No vax fuori dalla posta Attesa oggi la sentenza per Rossi

L’ex candidato sindaco e attuale consigliere del M3V è accusato di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate 

il processo



È attesa per oggi la sentenza a carico di Ugo Rossi, il consigliere comunale del Movimento 3V che lo scorso 21 settembre, in piena campagna elettorale, si era reso protagonista di una protesta sfociata in colluttazione con i Carabinieri nel rione di San Giovanni. Tutto era iniziato quando un’esponente 3V si era presentata all’agenzia postale di viale Sanzio senza mascherina, rifiutando di indossarla anche dopo essere stata invitata ripetutamente a farlo. La discussione si era animata fino all’arrivo di Rossi, all’epoca candidato sindaco del movimento. La situazione in poco tempo era degenerata, tanto che per l’attuale consigliere venne formulata l’accusa di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. Uno dei Carabinieri accorsi aveva accusato la rottura di un timpano. Nel corso dell’ultima udienza del processo per direttissima, lo scorso 22 dicembre, il pm Pietro Montrone ha chiesto per l’imputato un anno e sei mesi di reclusione senza la condizionale. Gli avvocati della difesa Pierumberto Starace e Giuseppe Turco, invece, hanno chiesto l’assoluzione. E proprio uno dei due avvocati difensori, Starace, oggi non potrà essere in aula a causa della sua positività a un tampone molecolare. Nelle prime ore del pomeriggio di ieri era circolata la notizia che fosse addirittura ricoverato all’ospedale Maggiore.

«Non sono ricoverato», la sua laconica risposta a riguardo: «Sono soltanto positivo e sto bene». Una condizione di salute confermata anche dallo stesso Rossi. «L’avvocato Starace è costretto a casa in quarantena, sta bene ed è asintomatico. Per fortuna domani (oggi) è attesa soltanto la sentenza e non è previsto alcun dibattimento, quindi la sua presenza non è necessaria. Le sue condizioni di salute confermano il fatto che il Covid non è altro che una normale influenza, per alcuni più grave e per altri meno».

Anche l’avvocato Starace era candidato al Consiglio comunale alle elezioni dello scorso ottobre, sempre per il Movimento 3V: aveva raccolto 289 preferenze, secondo solo a Marco Bertali, che ne aveva ottenute 331. Comunque non sufficienti ad entrare nel consiglio. Starace è socio da molti anni di Alister, l’Associazione per la libertà di scelta delle terapie mediche diretta da Walter Pansini, e ha recentemente dato vita, assieme ad altri giuristi e a personalità scientifiche, al Movimento “Presidio 2021”.—



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Trieste, presidio del Clpt davanti al porto in solidarietà ai lavoratori sospesi e licenziati

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi