L’emergenza del Covid obbliga a riorganizzare i posti letto al San Polo

A partire da oggi i posti letto all’interno della degenza chirurgica dell’ospedale monfalconese di San Polo subiranno una ridistribuzione a causa della situazione di emergenza pandemica, che ha costretto Asugi a effettuare una riorganizzazione dei reparti.

Nell’ala della degenza di Ortopedia viene mantenuta la degenza dei pazienti ortopedici ed oculistici, ma 20 posti letto saranno dedicati alla medicina per pazienti non Covid. Nell’ala della degenza chirurgica, come comunica l’Azienda sanitaria universitaria, vengono mantenuti i posti letto per pazienti chirurgici, otorinolaringoiatrici, affetti da piede diabetico e ginecologici (questi ultimi in aggiunta). Inoltre, vengono riservati 4 posti letto a pazienti del servizio di emergenza in appoggio del Pronto soccorso. Già da ieri invece per fare fronte all’emergenza pandemica la Terapia intensiva dell’ospedale San Giovanni di Dio di Gorizia è stata ampliata di ulteriori 4 posti letto Covid.


Nella giornata di ieri Asugi ha confermato la sostituzione, a partire dal’1 febbraio, del dottor Franco Monti, che fino alla fine del mese continuerà a esercitare negli ambulatori di via Primo maggio e di Panzano. In considerazione dell’ormai imminente cessazione del rapporto convenzionale con il medico di medicina generale, convenzionato per l’assistenza primaria nel Consorzio di Monfalcone (territorio dei comuni di Monfalcone e Staranzano), Asugi ha conferito l’incarico provvisorio alla dottoressa Marianna Starnino, che eserciterà nel rione di Panzano, dove è consistente la fascia della popolazione anziana.

L’incarico, della durata massima di un anno, potrà cessare anche anticipatamente all’atto del conferimento dell’incarico al titolare avente diritto. Sempre con un incarico di un anno, assegnato al dottor Federico Pica, è stato sostituito a partire dal’1 gennaio il medico di medicina generale Flavio Pieruzzo, pure andato in quiescenza (il nuovo medico continua a esercitare nello studio di via Randaccio 1). L’ambito di Monfalcone-Staranzano conta attualmente 21 medici di base, ma nel 2022 altri tre professionisti matureranno i requisiti per la quiescenza. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Sci paralimpico, Mondiali: Martina Vozza in azione assieme alla guida Ylenia Sabidussi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi