In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Bimba di Villesse operata a Genova Raccolti e donati oltre 10 mila euro

La piccola ha una malformazione alle gambe I fondi servono alla famiglia per l’assistenza

Marco Silvestri
1 minuto di lettura

La storia

Marco Silvestri / Villesse

Sarà operata oggi all’Istituto pediatrico Gaslini di Genova, una bambina di 4 anni di Villesse affetta da una gravissima malformazione alle gambe. La speranza è che, dopo questo intervento chirurgico, i sogni di camminare e vivere una vita normale possano per lei diventare finalmente realtà.

Per sostenere la piccola e la sua famiglia è nata una vera e propria catena umanitaria. Alla sorellina è nata con una grave disabilità motoria. Il papà lavora part-time, la mamma non lavora per stare sempre vicina alle figlie. È nata così una corsa alla solidarietà con la raccolta di fondi attraverso l’associazione “Amis dal Disu” di Gonars. Le donazioni hanno superato quota 10 mila euro.

L’intervento chirurgico è gratuito ma le risorse serviranno a garantire le spese previste (viaggio, cure, assistenza, visite specialistiche e quant’altro). Il territorio, non solo quello villessino, ha risposto alla grande a questa iniziativa di solidarietà: enti, associazioni, gente comune, parrocchia, scuole, nessuno si è tirato indietro per aiutare la piccola di Villesse.

La bimba è accompagnata dal padre Mohamed in questo viaggio della speranza. Prima della partenza per Genova il papà ha ricevuto un caloroso abbraccio da parte della comunità ed è stato salutato anche dalla dirigenza e dai docenti in un incontro che si è tenuto alla scuola d’infanzia di Villesse.

Erano presenti la preside dell’istituto comprensivo Celso Macor Donatella Gironcoli e l’insegnate Jessica Mattina, referente per l’inclusione sociale. Mohamed ha ringraziato tutte le persone che hanno aiutato la sua famiglia con le donazioni e con l’affetto. Un particolare grazie per la fisioterapista di Asugi Cristina Cocianni che segue con amore la piccola e per i volontari della Croce verde gradiscana per il viaggio in ambulanza.

L’operazione prevede un lungo decorso ma c’è fiducia che le cose possano andare nel migliore dei modi. «Siamo tutti vicini alla bambina e alla sua famiglia – dicono la preside e l’insegnante – e in questa vicenda la scuola si è mobilitata e si sente veramente parte di una comunità solidale che non vuole lasciare indietro nessuno». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori