In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
Il sogno coronato sulle portatrici carniche

Laurea sulla Grande Guerra per Giuliana da pensionata

Marco Silvestri
1 minuto di lettura

la storia

GRADISCA

Rimettersi sui libri a studiare da pensionata e conseguire la tanto agognata laurea. È il sogno che è riuscita a realizzare a 62 anni Giuliana Glessi di Gradisca d’Isonzo il 22 novembre con in Relazioni Pubbliche (92 su 100 laurea triennale) all’Università di Udine con sede a Gorizia. Il 31 dicembre 2017 Giuliana è andata in pensione dopo quasi quarant’anni di lavoro come impiegata nelle filiali di Banca Intesa San Paolo (ex Cassa di Risparmio) di Romans d’Isonzo, Mariano, Gradisca e Gorizia. Finita ragioneria la possibilità di entrare subito nel mondo del lavoro aveva fatto accantonare il suo progetto di continuare gli studi e così il sogno della laurea era stato messo nel cassetto. Non definitivamente. Al momento della quiescenza Giuliana ha voluto riprendere il percorso di studi interrotto tanti anni fa. Tutti gli esami fatti (economia, inglese, psicologia, informatica, sociologia e tanti altri) sono stati superati. Aver lavorato tanti anni in un ufficio pubblico a contatto con la gente, la predisposizione al dialogo e la disponibilità avuta sempre nei confronti delle persone hanno agevolato il suo compito di “studentessa” ma il traguardo è stato raggiunto soprattutto grazie alla determinazione. La sua tesi di laurea “Le portatrici carniche e le donne della Grande Guerra” sarà depositata anche al Museo di Timau. La prima a complimentarsi con la neodottoressa è stata la figlia Anna Pettarin: «È facile laurearsi a vent’annima riuscire a farlo a sessant’anni è una cosa speciale. È un sogno che la mamma desiderava da sempre e lo ha realizzato grazie alla sua tenacia». —



I commenti dei lettori