In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
torviscosa

Muore in un incidente mentre va al lavoro

La vittima è Lori Versolatto, 61 anni di Carlino. La sua auto si è schiantata contro un furgone: ferito l’altro conducente

Viviana Zamarian
1 minuto di lettura

Viviana Zamarian / TORVISCOSA

Stava andando al lavoro alla all’Autofficina Culos in via Annia a Malisana. Ma lungo la strada che conduce dalla località Arrodola alla frazione di Torviscosa ha trovato la morte in un incidente. Lori Versolatto, meccanico, 61 anni, residente a Carlino era alla guida della sua Fiat Panda che, per cause ancora in corso di accertamento da parte delle forze dell’ordine, è rimasta coinvolta in uno schianto con un furgone Fiat Ducato condotto da un 29enne della zona.

Lo scontro tra i due mezzi, che si è verificato poco dopo le 8 di ieri mattina, è stato molto violento. A seguito dell’impatto la macchina è finita nel fossato che costeggia la strada e il furgone di una ditta di manutenzione del gas si è ribaltato su un fianco. Subito è scattato l’allarme ed è stato chiamato il Numero unico di emergenza 112. Sul posto la Centrale Sores di Palmanova ha inviato un’ambulanza e un’automedica. Troppo gravi le ferite riportate dal 61enne: sono risultati tutti vani i tentativi messi in atto per rianimarlo dagli operatori sanitari del 118. Purtroppo non è stato possibile far altro che constatarne il decesso. La salma è stata trasportata nella camera mortuaria di Palmanova.

Il conducente del furgone è stato invece trasportato in ambulanza in condizioni serie all’ospedale di Palmanova. Sul luogo dell’incidente sono immediatamente arrivati i vigili del fuoco di Cervignano e i carabinieri dell’aliquota Radiomobile della Compagnia di Palmanova per tutti i rilievi necessari.

Versolatto, padre del consigliere comunale di minoranza del Comune di Carlino Davide Versolatto, è descritto da tutti come una persona sempre disponibile e generosa. Un uomo dedito al lavoro a cui si dedicava da sempre con grande passione e dedizione. All’autofficina di Vanni Culos non se la sentono di parlare «perché il rapporto che ci legava con Lori era molto profondo e durava da tanti anni, andava ben oltre quello che si instaura tra titolare e dipendente. In questo momento non ce la sentiamo proprio di aggiungere altro, Lori lascia un vuoto enorme».

Un rapporto fatto di stima reciproca e di grande affetto. Versolatto era infatti diventato una figura di riferimento per tutti i colleghi, apprezzato per il suo carattere così disponibile, per la sua passione per i motori e per la sua voglia di aiutare sempre, senza mai tirarsi indietro. I familiari, appena informati dell’incidente, sono si sono precipitati sul posto. Il loro dolore è quello di un’intera comunità, quella di Carlino, che si è subito stretta attorno a loro. —



I commenti dei lettori